Pregi e difetti dei top cucina

Il piano di lavoro rappresenta la ciliegina sulla torta della vostra cucina. Ma il top cucina non deve essere solamente bello, deve resistere all’usura, essere pratico da pulire ed avere un prezzo consono in base alle vostre disponibilità. Ecco dunque una sintetica guida per orientarvi tra i tanti materiali in commercio.

 

top in legnoTop cucina in legno

E’ il piano da lavoro più tradizionale, ma purtroppo, anche se trattato non è molto resistente. È più soggetto all’usura del tempo, può graffiarsi facilmente, subire danni a causa di calore e acqua, macchiarsi a causa di sostante oleose e in casi estremi gonfiarsi o ritirarsi ai cambi di stagione. Talvolta questi difetti rappresentano proprio le caratteristiche che lo rendono unico e lo fanno amare. Qualora optiate per questo tipo di top cucina è consigliabile sceglierlo a listarelle così che, se dovesse rovinarsi, potrete sostituire solo la parte danneggiata.

 

Top in laminato

Top cucina in laminato

Questo tipo di top cucina è il più economico di tutti, resistente ai graffi e al calore, teme solo l’acqua. È infatti formato da una base in particelle di legno sulla quale è incollato da un foglio in materiale plastico che a un prolungato contatto con l’acqua potrebbe gonfiarsi con un antiestetico risultato.

 

 

Top in marmoTop cucina in marmo e granito

È un materiale pregiato resistente a graffi e sollecitazioni, ma al contempo molto poroso. A causa di questa caratteristica può facilmente macchiarsi e corrodersi a contatto con acidi come limone e aceto. Il granito rappresenta una valida alternativa poiché ha la stessa resistenza del marmo, ma è più resistente in quanto non viene danneggiato dai liquidi acidi.

 

 

Top in quarzo

Top cucina in quarzo

Il quarzo è una delle migliori scelte per il piano da lavoro. Robusto ed elegante è molto resistente all’usura, si pulisce semplicemente con acqua e sapone ed è disponibile in diverse varianti colore. Il suo unico difetto è la poca tolleranza al calore che potrebbe causarne un cambio di colore.

 

 

Top in ceramicaTop cucina in ceramica

Un’altra valida opzione è la ceramica. Molto resistente non si rovina con acidi e acqua, richiede però molta cura nella pulizia poiché lo sporco si annida facilmente nelle fughe tra le mattonelle.

 

 

 

Top in acciaio inoxTop cucina in acciaio inox

L’acciaio è il materiale più igienico in assoluto. Si pulisce facilmente, ma altrettanto facilmente mostra qualsiasi impronta o traccia di unto. Il suo tallone d’Achille sono graffi, macchie e ammaccature.

 

 

Top in vetro

Top cucina in vetro

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare sono, oltre che eleganti, molto resistenti. Tenaci al calore, difficili da graffiare e macchiare, sono estremamente igienici. Come per l’acciaio però le impronte digitali e gli aloni sono estremamente visibili.

 

 

Top in corianTop cucina in Corian

Composto da una miscela di minerali naturali e pigmenti acrilici, è resistente e flessibile. Disponibile in moltissime varianti colore si adatta ad ambienti diversi anche grazie alla capacità si essere plasmato in forme molto particolari. Facile da pulire, per l’assenza di fessure o fughe, può essere utilizzato anche per lavelli e piani cottura.

 

Top in cementoTop cucina in cemento

Molto di moda, offre la possibilità di personalizzare il piano di lavoro in base alla propria cucina. Antigraffio e resistente al calore è però molto pesante e sensibile alle macchie, soprattutto quelle da liquidi acidi come il suco di limone.

 

 

Top in pietra_lavicaTop cucina in pietra lavica

Robusta e impermeabile, la pietra lavica non si macchia, non si graffia né si danneggia col calore. Il suo unico difetto è che, essendo molto di moda, è una delle soluzioni più costose.

 

 

Top in OkiteTop cucina in Okite

Sono formati da una miscela di quarzo e resina che conferisce una buona resistenza. La caratteristica principale è l’aspetto non uniforme dovuto alla diversità delle particelle che lo compongono.

 

 

 

Top in cristalanTop cucina in Cristalan

Composto da idrossido di carbonio, acrile e pigmenti coloranti, è resistente agli urti e al calore. Gli eventuali graffi che potrebbero formarsi sulla superficie sono facilmente eliminabili con una spugnetta abrasiva.

 

 

 

Se stai progettando la tua cucina, approfitta dei nostri consigli sulla come progettare la tua cucina e scegliere gli elettrodomestici